A.N.P.I. Piacenza
23 dicembre 2014
Castelnuovo Fogliani: vittoria partigiana in pieno rastrellamento nazifascista.
23 dicembre 2014
70° della Resistenza e della lotta di Liberazione 1943-1945
----------------------------------------------------------------------------
Invito
Domenica 28 dicembre 2014
Manifestazione rieVOCATIVA
sul tema
“VERNASCA NELLA STORIA DELLA LOTTA DI LIBERAZIONE
E L’ATTACCO PARTIGIANO DEL 28 DICEMBRE 1944
ALLA ROCCA DI CASTELNUOVO FOGLIANI”
Ore 9,15
Castelnuovo Fogliani (Inizio strada per Scipione)
Incontro, con la presenza del sindaco di Alseno Davide Zucchi, presso il cippo a ricordo
dei tre partigiani caduti nella battaglia che assicurò la cattura del reparto militare acquartierato
nel castello e in procinto di iniziare il rastrellamento delle forze partigiane della Val d’Arda.
Ore 9,45 – 11,00
Vernasca (Centro culturale comunale in P.za Vittoria)
C O N F E R E N Z A P U B B L I C A
Racconto, con immagini, di Mario Miti, collaboratore del Museo della Resistenza
Interventi di:
Giuseppe Sidoli – Sindaco di Vernasca
Stefano Pronti- Presidente prov.le dell’Anpi
Giancarlo Passera – Ricercatore di storia locale
Comune di Vernasca Comitato prov.le di Piacenza Comune di Alseno


Vernasca e le sue popolose frazioni furono 70 anni fa partecipi di quel drammatico passaggio storico che, con la sconfitta del nazi-fascismo, avviò la costruzione dell’Italia democratica e moderna. Fu tra i primi comuni piacentini a passare, nel maggio 1944, sotto il controllo dei partigiani. Nel successivo mese di luglio fu investito da un sanguinoso rastrellamento tedesco che portò numerosi lutti anche fra l’inerme popolazione civile. Fu poi ripreso dai partigiani della 62ª Brigata Garibaldi che collocò proprio a Vernasca il suo comando. Fra Natale e Capodanno del ’44, quando la Divisione tedesca Turkestan imperversava in gran parte del territorio provinciale e si preparava ad investire anche l’alta Val d’Arda, dal territorio di Vernasca, per iniziativa del comandante partigiano Antonio Ferrari “Tobruk”, partì un vittorioso attacco alla rocca di Castelnuovo Fogliani dalla quale i partigiani riportarono a Vernasca, oltre che numerosi prigionieri, molte armi e munizioni. Seguirono per i partigiani e la popolazione le terribili settimane dell’occupazione nazi-mongola, ma giunse infine il giorno della Liberazione e della fine della guerra. Vicende che è giusto ricordare, per un doveroso omaggio alla memoria dei caduti, ma anche per non dimenticare che la pace, la libertà e la democrazia furono per gli italiani un’ardua conquista, e che possono essere preservate solo con un responsabile atteggiamento ed impegno dei cittadini.